Abbiamo-tutti-dei-talenti

Siamo tutti talenti?

Dai primi della classe a ciò che rende unico
ognuno di noi.

Einstein, Da Vinci, Dante, Picasso, Mozart, Senna, Curie, Fellini, Maradona, Jobs e chi più ne ha più ne metta… Sono questi i talenti? Indubbiamente, sì! Dobbiamo concentrare gli sforzi del recruiting, della valutazione performance, della formazione aziendale e addirittura dell’educazione scolastica esclusivamente verso l’individuazione di nuovi talenti come quelli nominati prima? Indubbiamente, no!

La rivoluzione nasce quando restituiamo al talento il valore di quel piccolo o grande tesoro presente, a volte sepolto, in ognuno di noi: ma come?
  1. Riconoscendolo
  2. Esprimendolo
  3. Sviluppandolo

Questi sono solo alcuni degli ingredienti fondamentali per la ricetta della gestione dei talenti e delle abilità personali, dentro e fuori le aziende.

In cosa riconosciamo i talenti? Nelle abilità personali, nella pratica costante, nei tratti di personalità?

Il termine risale all’antica Grecia, dove τάλαντον era un’unità di peso e di misura, con un valore oscillante da zona a zona. E’ nel Vangelo di Matteo che, per la prima volta, il significato economico è abbinato alle doti umane, nella celebre Parabola dei Talenti appunto (Mt. 25,14-30). Da qui il talento inizia il percorso che lo renderà popolare, con Dante, Boccaccio e Parini, assumerà il significato di disposizione, inclinazione, appetito (fino al suo più alto emblema!) ossia una dote personale.

Oggi si parla molto di questa tematica, soprattutto in ambito HR sta prendendo piede il cosiddetto Talent Management

E anche noi di Smartpeg ci stiamo costantemente impegnando per tradurre al meglio, con le nostre soluzioni tecnologiche, l’interpretazione dei talenti che sentiamo più inclusiva.

Tutti siamo provvisti naturalmente di talenti, chi più chi meno, ma la differenza la fanno coloro che si curano di sviluppare i propri e quelli degli altri. L’assioma che va molto di moda: ‘talento = persona’ secondo noi riduce la persona a ‘essere di talento oppure no’ e questo riduzionismo provocherebbe un allontanamento di tutte quelle persone che non rientrano nell’arbitraria cerchia dei talentuosi. La formula che ci ha ispirato nella creazione delle nostre principali soluzioni - il gestionale del personale GURU e il software per la gestione dei talenti LIVREA – è quella di dire ‘persona = talenti’. Un’azienda popolata da collaboratori consci del proprio valore umano e professionale, con una Direzione Risorse Umane che li stimolerà a lavorare come i due che, nella parabola evangelica, li coltivarono e fecero crescere.

Siamo tutti talenti è allora una domanda la cui risposta può essere “no”, ma il vero interrogativo è: “Abbiamo tutti dei talenti?”.

Da qui può avviarsi una nuova gestione strategica Human Resource, in grado di affrontare le sfide del nuovo decennio appena iniziato.

In Smartpeg valorizziamo una visione integrata delle “parti che fanno un talento” e su tutte privilegiamo le Soft Skills.

Conosci i tuoi talenti personali? Ti piacerebbe scoprire la tua Mappa delle Soft Skill?

Ti proponiamo di fare Smart Got Talent, il test che mette in luce il tuo ‘saper essere’: competenze trasversali, tratti del carattere, segnali sociali intrinseci e abilità comunicative di successo, sulla base delle 20 skills più richieste nel mondo del lavoro.

Scopri subito il test, cliccando sul bottone "Compila lo Smart Got Talent" che trovi nel link

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Leggi anche