Numerosi post verdi su bacheca che dicono power of idea, open process, passion, love, culture, we have a vision ecc.

Buoni propositi per la ripartenza aziendale: come fare tesoro della crisi Covid per il successo aziendale e il benessere delle persone.

Con l’autunno alle porte e il rientro nelle aziende, le nuove sfide lavorative che imprese e persone sono chiamate ad affrontare richiedono nuovi mezzi, nuovi orientamenti e una originale lista di buoni propositi da compilare.

Il Covid-19 ha infatti messo in ginocchio il precedente sistema, e oggi occorre da una parte consentire alle persone di poter lavorare in sicurezza, ma dall’altra di tornare a far crescere il sistema-azienda e farlo uscire dalla crisi nera.

Non solo: occorre ripensare al mondo del lavoro con un mindset recettivo dei nuovi cambiamenti e delle nuove esigenze.
Da dove iniziare? Smartpeg da mesi si è posta un simile quesito e sta generando buone prassi che fanno capo a valori ben precisi.

I buoni propositi possono essere:

  • Aumentare la soddisfazione di collaboratori e di clienti;
  • Diminuire il rischio di turnover aziendale;
  • Rinforzare il legame tra azienda e lavoratori;
  • Salvaguardare il benessere personale e aziendale;
  • E tanti altri declinabili a seconda dei differenti contesti lavorativi…

Come facciamo a rendere tali propositi obiettivi concreti? Sviluppando una strategia vincente che in linea teorica e poi pratica includa una scaletta come quella che segue.

  1. Pianificare e prefissare obiettivi
  2. Condividere
  3. Verificare
  4. Gratificare

Lo scenario attuale sottolinea l’importanza di una forte partecipazione alla vita aziendale. Questa è oggi più che mai da intendersi come il prendere parte ai valori dell’azienda, alla sorte e alla crescita reciproca: individuo e impresa.
Dev’essere chiaro che “un’azienda ha successo quando fa crescere i propri dipendenti, collaboratori e stakeholders, il territorio e le comunità in cui opera dove vivono famiglie, aziende e associazioni” [fonte: M. Sesana, Ceo di Generali Italia, Forbes.it].
Per ripartire e trasformare i buoni propositi in abitudini vincenti serve rompere gli schemi, introdurre innovazione, rendere l’ambiente aziendale una forte “comunità espressione di un destino comune” [Prof. Pesenti, Università Cattolica di Milano, da Il Messaggero].

 

Il team di Smartpeg propone alcune soluzioni, frutto di valori condivisi, competenze e conoscenze:

  • Rinnovamento delle infrastrutture per agevolare lo smart working (Voip, Geo Dashboard di Guru ecc.);
  • Condividere e comunicare efficacemente e su tutti i livelli in azienda;
  • Coinvolgere le persone nei processi e nei risultati aziendali, in una parola, dare valore;
  • Includere nelle decisioni le idee e le proposte da tutti i collaboratori, non solo dei “piani alti”;
  • Fare tesoro dei momenti di stop e inattività investendo sulla formazione.
  • Noi cominciamo il mese di settembre consapevoli dello scenario attuale, ma confidando che la direzione presa è quella giusta per congiungere il successo dell’azienda con il benessere delle persone.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email